Arti Performative

ARTI PERFORMATIVE compare come mission nella declinazione ufficiale dello Statuto di Formalibera insieme a “promozione sociale”.
E’ stata scelta dai fondatori perché unificante e qualificante di uno degli scopi che ci si è posti: superare le definizioni di generi e tendenze nell’ambito dell’espressione artistica.
Tutto ciò che è agito e non esposto in maniera statica è arte performativa e la commistione di linguaggi è, pertanto, auspicabile.
Già alla nascita della Compagnia Lai-D’Agruma, la provenienza artistica e di formazione dei fondatori diresse il lavoro comune verso una contaminazione ormai assurta a genere: il teatro-danza.
Successivamente, i contenuti della ricerca interiore e professionale hanno portato ad estendere l’intreccio di linguaggi e le collaborazioni con altri artisti.
Ora, nel continuo bisogno di riconoscimento si tende a dare vita ad altre nuove definizioni.
In questa parte dell’attività di Formalibera pensiamo di essere riconosciuti nel campo del “teatro fisico” o che certi nostri lavori possano essere definiti “performance interattiva” o “performance multimediale”.