Carboneras

Carboneras, un luogo della mente dove il fantastico si scontra con la decadenza e le luci colorate diventano lumini funebri che decantano il crollo di un sogno. La paura del tempo non permette d’adempiere fino in fondo alla realizzazione dei sogni desiderati e il vano tentativo di avere un obiettivo non fa altro che confondere i due personaggi che cercano in qualche modo di rincontrarsi e di scambiare entusiasmi, lamentele, piagnistei e desideri di non sentirsi soli e desolati.
 Carboneras racconta tre periodi storici legati ad Amanda e Toniño; tre decenni di energia vitale differente; ma con una costante che e’ l’amicizia dei due che si allontanano ma si ritrovano sempre per sostenersi in questo rocambolesco progetto di riaprire un locale dove il tempo pare essersi fermato agli anni “80”.
In ogni epoca i giovani sognano viaggi e mete lontane per realizzare progetti ma anche fughe dai propri luoghi d’origine, che appaiono sempre meno interessanti di qualsiasi altro posto. Chi partiva per l’India, chi per il Messico o per la Spagna……olè! Carboneras era uno di quei luoghi, ambita meta dei due protagonisti che si ritrovano con l’obiettivo comune di voler gestire un locale di grande attrazione punto di riferimento per la movida di quella zona dell’Andalusia.
Se le persone si incontrano condividendo legami profondi è possibile che si ritrovino cercando di ripartire insieme. Il tempo e le esperienze individuali verosimilmente cambiano l’approccio alle cose della vita. E, pur mantenendo le caratteristiche personali, il sentimento con cui si affronta una relazione umana può svelarsi in modo diverso.
Questa storia è dedicata a chi, nonostante inevitabili sconvolgimenti, sente la necessità di non arrendersi e di cercare, innanzitutto in sé, le risorse per ricominciare.

Con Alessandra Lai e Tony D’Agruma, Claudia Adragna, Elisa Belella, Sara Galante, Sara Ghirlanda, Giselda Ranieri, Clelia Riva.
Hanno successivamente partecipato: Maddalena Scaduto, Patrizia Panizza, Nadia Surrenti, Claudio Sportelli
Progetto luci: Massimo Vesco
Fonico: Riccardo Di Gianni.